>Verba volant, scripta manent anche sul web. La brand reputation firmata Patrizia Pepe

>


Le notizie si diffondono velocemente e sul web vanno ancora più veloci. Il caso Patrizia Pepe è sulla bocca di tutti, o meglio sulla bacheca! Se siete fan della pagina Facebook di Patrizia Pepe avrete già letto il botta e risposta tra il “moderatore” della pagina e gli internauti che hanno espresso dei dubbi sulla scelta della modella per la campagna Where is Patrizia? considerata troppo magra (o photoshoppata?). I modi del “moderatore” (passatemi il gioco di parole) lasciano alquanto a desiderare. Non è di sicuro un esperto di social media marketing (e non social e mediamarketing!). L’atteggiamento tenuto, come ho anche scritto sulla pagina fan, è la palese dimostrazione che molti brand non hanno ancora inteso le potenzialità e i relativi rischi della propria presenza sul web, in particolare sui social network. Non è sufficiente postare 4 fotine, proprio no. Se poi non si è nemmeno in grado di gestire le critiche (su un argomento già molto battuto nel fashion system) allora è proprio il caso di rivedere la propria strategia. Ma visto il comportamento dell’azienda mi viene da pensare che non ci sia nemmeno l’ombra di una strategia. E il famoso detto: ‘non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli’ non sempre funziona. Vedremo che cosa succederà. Intanto se ne parla su Ninja Marketing qui e qui, e in tutto il web qui, qui e qui.  Stay tuned!
Share!

Leave a Reply