>The Giacometti Variations: la moda e l’arte alla Fondazione Prada

>

La mostra John Baldessari – The Giacometti Variations a cura di Germano Celant è un percorso fra arte e moda raccontato attraverso lo sguardo di due protagonisti della storia dell’arte: Alberto Giacometti e John Baldessari. Alla Fondazione Prada da martedì a domenica ore 11-20, ingresso libero fino al 26 dicembre. 




Variazioni delle opere del mostro sacro Giacometti che l’artista californiano Baldessari propone sullo scorrere del tempo. Come muta lo sguardo dello spettatore rispetto alle opere che ha davanti? Ecco che la moda trova il suo posto come testimone dei cambiamenti a livello sociale e generazionale.



Dal comunicato stampa leggiamo:

9 sculture di resina e acciaio, spruzzate di bronzo, ciascuna alta 4,5 metri. Ispirandosi alla Petite Danseuse de quatorze ans, 1879-1881 di Edgard Degas, dove nell’originale la statua in bronzo presentava un corpetto di tessuto e il tutù di tulle bianco, ogni figura è abbigliata con vestiti e oggetti disegnati dall’artista stesso. I look sono ispirati ad archetipi che trovano le loro origini nell’immaginario nutrito dall’intreccio tra cinema e moda, ma anche dalla contaminazione fantastica tra il reciproco aggiornamento tra il nuovo in arte e l’update del messaggio trasmesso dalle merci e dalla pubblicità. Così si passa dal fiocco in duchesse rosa acceso, rivisitazione ironica del glamour hollywoodiano degli anni ’50 di Marylin Monroe, alle trecce di Raperonzolo, dal rogo della martire Giovanna d’Arco, alle scarpette rosse di Dorothy nel Mago di Oz, dalla crinolina ottocentesca di Via col vento al trench di Humphrey Bogart di Casablanca.

9 statue ma 18 look, le sculture esposte cambieranno a rotazione, abbigliate in modo diverso come delle vere indossatrici. 



Share!
One comment on “>The Giacometti Variations: la moda e l’arte alla Fondazione Prada

Leave a Reply