Gareth Pugh for MAC Cosmetics

 


Gareth Pugh ha creato una collezione limited edition per MAC Cosmetics. La palette colori ha toni dark, dal grigio al blu notte, fino al nero. Una collezione make up e accessori che comprende: due ombretti Metal X Cream Eyeshadow (blu e viola, 32 $), due Pigment (grigio e viola, 32 $), un Powder Blush in Strada (30 $), una Beauty Powder in Elude (60 $), due Technakohl Liner (grigio e nero, 19 $), uno Studio Fix Boldblack Lash (15 $), un pennello (60 $), le ciglia finte Flight Lash Dense (18 $), due Lipstick (lavanda e viola, 22 $), due Lipgloss (nude e viola, 22 $), tre Nail Lacquer (grigio, blu e viola, 23 $) e una Square Bag (75 $). 


I prodotti, disponibili da dicembre in Usa, in Italia saranno in vendita da metà dicembre fino a fine gennaio in esclusiva in 4 punti vendita (Mac Pro Store Milano via Fiori Chiari 12; Mac Pro Store Roma via del Babuino 124; Corner Mac presso La Rinascente Milano e Corner Mac presso Coin Firenze via dei Calzaiuoli 56/r). I prezzi vanno dai 23 € del mascara ai 73 della trousse.


Fashion in Paper: più di 100 creazioni fatte di carta

Più di 100 creazioni di moda tra abiti, accessori e gioielli realizzate con carta e cartone riciclati dagli studenti delle migliori accademie italiane. In esposizione all’Arciconfraternita dei bergamaschi fino al 18 dicembre. Fashion in Paper è curata da Bianca Cappello e realizzata col contributo di Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica.

Pelliccia e abito di Egle Zanetti – ph. Annalisa Mazzoli
Si può ammirare il vestito realizzato interamente con carta di giornale o l’abito da sposa creato solo con tovaglie di carta e carta da modello. Non solo abiti ma anche ricercati e originali gioielli, come la collana realizzata con scarti di carta da regalo o quelle in carta pesta e quella realizzata con la carta da parati.
Corona floreale di Liu Qiuyu e Benedetta Viglianti – ph. Stefano Cesaroni
Anche l’allestimento è realizzato in carta e cartone, ed è ovviamente in linea con il concetto fondamentale della mostra cioèil riciclo come strategia creativa per l’arte con l’obiettivo di portare alla luce gli attuali temi di eco-sostenibilità, recupero dei materiali a base cellulosica e compatibilità ambientale. Il progetto è promosso dalla Provincia di Milano, in collaborazione con Roma Capitale e Afol Milano e vede coinvolti gli studenti delle migliori accademie italiane.