Origin, ViOro Spring e VO+: il savoir faire artigianale è di moda

origin banner

Si è conclusa la prima edizione del laboratorio espositivo dedicato al mondo dell’accessorio fashion. Sto parlando di Origin Passion and Beliefs iniziativa ideata e organizzata da Fiera di Vicenza in collaborazione con Not Just A Label, la piattaforma di scouting di talenti internazionali. Nel nuovo padiglione di Fiera Vicenza, 100 designer di 38 paesi diversi hanno incontrato il celebre saper fare marchiato Made in Italy, quell’insieme di conoscenze e abilità che tutto il mondo ci invidia (e ci copia) ma che purtroppo non riceve la stessa importanza da parte delle istituzioni. Proprio mentre gli Emirati Arabi diventano la prima destinazione delle esportazioni italiane e la domanda globale di gioielleria in oro è aumentata del 16,5% rispetto al 2012, la Cina si conferma il principale player mondiale.

origin

Quest’anno il magazine VIORO, rinnovato nella veste grafica e nei contenuti, festeggia 30 anni. La presentazione ha avuto luogo domenica 11 maggio in occasione di VICENZAORO Spring, l’edizione primaverile della Mostra internazionale orafa e gioielliera di Fiera di Vicenza. La testata, da sempre punto di riferimento mondiale nel settore della gioielleria e del lusso ha cambiato nome in occasione del traguardo dei 30 anni, da oggi sarà solo VO+. Due lettere che identificano il nickname con il quale VIORO è da sempre conosciuto nella community del gioiello. Da quest’anno al magazine si affianca la piattaforma web multimediale di VO+, che conserva la grafica della rivista, organizzata per garantire fluidità nella navigazione e una facile consultazione dei contenuti.

vo+_logo

ViOro Spring

L’eccellenza orafa, il design, la moda e i nuovi trend del gioiello ancora una volta si sono incontrati a Vicenza per l’appuntamento primaverile di VICENZAORO. Ormai business hub strategico di settore con circa 1400 brand espositori provenienti dai principali distretti orafi italiani e da oltre 30 paesi del mondo, alla presenza di buyer internazionali provenienti da 70 nazioni e dei media nazionali ed esteri.

Torno a dire che l’unica idea vincente sia fare sistema, e lo stesso Matteo Marzotto, proprio durante i suoi interventi a Origin, ha confermato l’importanza di puntare sulle eccellenze, unendo le forze per dare la possibilità ai giovani talenti di prendere parte a quello che è uno dei primi motori economici del nostro Paese: il sistema moda. L’accordo siglato di recente tra Fiera di Vicenza e Mittelmoda ne è una conferma. E se il nome stesso di questa neonata manifestazione è Origin, perché non puntare proprio sulle origini artigianali del nostro tanto celebre Made in Italy? Speriamo che i tempi siano finalmente maturi e che le associazioni di settore riescano a trovare la chiave di volta per il rilancio dell’economia italiana, anche e soprattutto a partire dai laboratori artigiani.

Nel frattempo cercherò di dare spazio alle voci dei tanti giovani che hanno deciso di puntare tutto sulle proprie passioni e abilità artigianali, perciò stay tuned!

Origin1

 

Share!
One comment on “Origin, ViOro Spring e VO+: il savoir faire artigianale è di moda
  1. Pingback: Inaugurato a Vicenza il Museo del Gioiello | NonSoloBorse

Leave a Reply