>James Franco for Gucci: Made to Measure

>

James Franco è l’uomo del momento. Attore, regista e scrittore. Ma anche indossatore, ancora una volta per Gucci, è infatti protagonista di All the world’s a stage la nuova campagna pubblicitaria dedicata al servizio sartoriale Gucci Made to Measure. Scatti del fotografo francese Nathaniel Goldberg, in una location quanto mai ideale per sottolineare il legame tra moda e cinema: Cinecittà. 
Il servizio Made to Measure sarà disponibile da novembre in 11 selezionate boutiques Gucci (Milano, Roma, Parigi, Londra, New York, Beverly Hills, 2 a Tokyo, Hong Kong, Pechino e Sydney) e a seguire in tutto il mondo. 
Abiti ma non solo, anche camicie e calzature bespoke
ABITI
82 i tipi di stoffa disponibili che consentono 178 combinazioni cromatiche e tessili senza tralasciare dettagli come fodere in satin con il logo Gucci o etichette con il nome oppure le iniziali del cliente. 
CAMICIE
26 stoffe permettono 66 possibili combinazioni di colori e tessuti. 
SCARPE
Gucci offre il servizio Made to Order per personalizzare le calzature da uomo a partire dalla scelta di materiali, colori e misure fino alla possibilità di incidere le proprie iniziali.



James Franco e Frida Giannini

Sul sito dell’Esquire c’è la cover story intitolata James Franco Eight Ways  dedicata alla versatilità dell’artista. Leggetevi la sua short story Just Before the Black


I wish I was Mexican, or Hebrew, I mean Jewish, I mean Israeli, or Mexican Jewish, or Mexican Jewish gay, because it can be so boring being you sometimes, and if you were the most special thing like that, it could be really great, but maybe some people say the same thing about you, and you want to tell those people: “No, you’re stupid, it’s no fun being me.”


P.S.: qui sotto l’intervista a James Franco del 2010 del fratello Dave, attore e filmmaker. 

Share!

Leave a Reply