Il talento che anima la materia: la mostra su Fausto Sarli a Roma

A tre anni dalla morte di Fausto Sarli, la capitale gli rende omaggio. Lo stilista napoletano che amava Roma ospita dall’11 dicembre a Palazzo Braschi, sede del Museo di Roma, una serata dedicata alla couture. Il talento che anima la materia. Dialogo tra opere senza tempo, questo il nome dell’esposizione, mostrerà alcune creazioni delle sue collezioni storiche che saranno in mostra fino al 15 dicembre.

FAUSTOSARLICouture

SARLI_mina

Napoletano di nascita, ma considerato il caposcuola dell’alta moda romana, inizia la sua carriera come disegnatore e figurinista. Negli anni ’50 il suo stile creativo si caratterizza per la qualità e la cura dei tagli e la maestria nell’uso dei metodi artigianali. Per il film del 1950 di Michelangelo Antonioni, Cronaca di un amore, firma gli abiti indossati da Lucia Bosè. Vince un concorso nel ’57 che gli permette di sfilare a Palazzo Pitti. Nel ’61 disegna i costumi di scena in televisione per Mina, poi nel ’70 vola alla conquista del Giappone. Nell’89 inaugura il suo atelier romano e negli anni ’90 c’è stata la diversificazione con il profumo, la linea di cravatte, gilet e accessori.

La selezione degli abiti in mostra a Palazzo Braschi è stata fatta da Carlo Alberto Terranova. 

sarli

Share!

Leave a Reply