Il gioiello nel gioiello: Basilica Palladiana sede del Museo del Gioiello

Pochi giorni fa è stato presentato a Milano il progetto del Museo del Gioiello realizzato e gestito da Fiera di Vicenza, con il patrocinio del Comune di Vicenza, che aprirà al pubblico il 24 dicembre 2014. 
Si tratta del primo esempio europeo e uno dei pochi al mondo dedicato esclusivamente all’arte orafa e gioielliera, nelle sue diverse declinazioni. Niente di meglio della “città dell’oro” come location. 
Il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci ha dichiarato:

Dopo la ristrutturazione della Basilica Palladiana, con l’apertura di un luogo di aggregazione come la terrazza, e dopo la promozione di mostre importanti di grande richiamo, il Comune di Vicenza compie un ulteriore e strategico passo nel proporre servizi di qualità per la cittadinanza e dal profilo internazionale. Grazie alla collaborazione con Fiera di Vicenza, Il Museo del Gioiello rappresenta un asset fondamentale per il nostro territorio, un omaggio ad una città che ha nell’arte orafa una tradizione d’eccellenza mondiale.

Il percorso espositivo progettato dalla celebre designer Patricia Urquiola all’interno della Basilica Palladiana nascerà quel giorno la prima realtà europea riservata esclusivamente all’arte orafa.

 Il nuovo spazio museale permanente articolato in sette aree tematiche (bellezza, funzione, magia, simbolismo, arte, moda, design, icone e futuro), si affiderà alla guida di esperti di fama internazionale.

In più ogni due anni le raccolte esposte saranno rinnovate e i curatori cederanno l’incarico ad altri colleghi.

 L’obiettivo del museo è quello di alimentare il dialogo tra antico e contemporaneo. Dialogo che si estende all’allestimento innovativo dello stesso museo collocato nell’edificio storico, Patrimonio dell’UNESCO dal 1994, vero e proprio gioiello della città di Vicenza.

Share!

Leave a Reply