Cuoio di Toscana: il nuovo marchio del Consorzio Vero Cuoio

Il Consorzio Vero Cuoio nasce nel 1985 con lo scopo di divulgare la cultura del cuoio e comunicare la qualità del prodotto delle Concerie Associate. Cuoio di Toscana è il nome del nuovo marchio del Consorzio Vero Cuoio, presentato il 9 gennaio a Pitti Uomo e che mira a diventare l’ambasciatore della tradizione conciaria toscana, radicata tra San Miniato e Santa Croce, in provincia di Pisa. Una tradizione che fa rima con elevati standard di qualità, benessere, naturalità e tradizione del Made in Italy, il tutto assicurato da manualità artigiana e concia al vegetale. Qualità tutte confermate dai risultati raggiunti dall’industria conciaria Toscana, che oggi copre una quota dell’80% della produzione europea del cuoio.

Storytelling fotografico

Storytelling fotografico

Il nuovo brand è stato presentato anche attraverso uno storytelling fotografico realizzato da Donato Galasso, firmato da Isabella De Maddalena ed esposto nella sezione Make. Le origini del Consorzio Vero Cuoio risalgono al 1985, quando le concerie associate hanno deciso di unirsi per divulgare la cultura del cuoio e la qualità del prodotto. Il cuoio del Consorzio è stato utilizzato anche dal giovane designer svedese Erїk Bjerkesjö.

Logo Cuoio di Toscana

Logo Cuoio di Toscana

 

Un paio di scarpe si giudica anche dalla suola e il marchio Cuoio di Toscana è la firma che garantisce quegli elevati standard di qualità e di tradizione tipici del Made in Italy.

Share!
,

Leave a Reply