>Addio a Roberta di Camerino

>

Giuliana Coen aveva 90 anni, la stilista veneziana conosciuta come Roberta di Camerino si è spenta a causa di un ictus martedì 11 maggio. Creò il suo nome d’arte unendo a un nome che le piaceva, Roberta, il cognome del marito Camerino, con l’aggiunta del ‘di’ nobiliare. La casa di moda era stata fondata dopo la seconda guerra mondiale.

Famosa per le sue borse e ideatrice dello stile trompe l’oeil si è sempre distinta nel panorama del made in Italy, ma anche nel mondo. Le sue creazioni furono amate da dive come Grace Kelly, soprattutto la doctor bag Bagonghi riscosse un grandissimo successo, tanto da diventare l’accessorio icona del marchio.

Nel 1956 è insignita del Neiman Marcus Award, l’Oscar della moda, negli anni ’70 sigla l’accordo con il colosso giapponese Mitsubishi per l’esclusiva in Giappone, nel 1981 esce la prima autobiografia intitolata R come Roberta e nel 1995 viene inaugurata alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti la donazione Roberta di Camerino.
Il suo enorme successo nel 1987 la porterà anche a comparire tra le pagine di Topolino nel personaggio di Ruperta di Canarino!
Ispirata dal suo amore per l’arte e poco incline al diktat della stagionalità, ha ideato le sue creazioni in velluto che sono diventate dei must have per tutte le donne.

Un esempio di trompe-l’œil

Bagonghi

BagonghiBagonghi Soft Bayadère

Il suo stile: sempre in bilico tra tendenza e tradizione.

Share!

Leave a Reply