50 years of Dr. Martens


Alzi la mano chi non ne ha avuti almeno, dico almeno, un paio! Lo so, sono di parte, ma io li trovo mitici questi anfibi, appena li guardo mi riportano indietro di anni e anni, il primo paio l’ho avuto a 11, e li abbinavo ad un chiodo di pelle nera!
Beh quest’anno compiono 50 anni, qui potete vedere un video che racconta la storia dei Dr. Martens.


Il Dr Klaus Maertens originario di Monaco, dopo un incidente sulle piste da sci inventa un paio di stivaletti con un cuscinetto d’aria nella suola per dare sollievo ai piedi. Intanto in Inghilterra, a Northampton, la famiglia Griggs produceva calzature. Grazie a un’inserzione sul giornale si sono conosciuti e insieme hanno creato Dr. Martens con Air Wair. Il primo modello apparso sul mercato il 1° aprile 1960, è con otto occhielli, battezzato 1460 per ricordare la data d’invenzione. In seguito viene creata la scarpa con tre occhielli, il 1461. Subito indossato da soldati, operai, postini e poliziotti, viene adottato anche da rockstar come Pete Townshend degli Who appunto per la sua connotazione working class. Proprio lui contribuirà a rendere questi anfibi un simbolo della sottocultura (insieme al parka e a Vespa e Lambretta), seguito da Clash e Sex Pistols, ma anche skinheads, hooligans e molti altri.

Damon Albarn – Blur

Pete Townshend – Who
Agyness Deyn

Madness

Sul sito sono tante le iniziative per celebrare i 50 anni dei Docs, come questa:

potete caricare sul sito le vostre foto mentre indossate i Docs, o se siete riusciti a paparazzare qualche celebrità, potete inviare tutto, video compresi.

Share!
,

Leave a Reply