24 aprile: Fashion Revolution Day

Arriva il Fashion Revolution Day. Il 24 aprile avrà luogo l’iniziativa ideata per promuovere una moda etica, nell’anniversario della strage al Rana Plaza in Bangladesh, dove nel 2013 hanno perso la vita 1.133 operai del tessile.

fashion revolution day

Marina Spadafora, la coordinatrice della giornata in Italia, è direttrice creativa di Auteurs du Monde, la linea di moda etica di Altromercato.

Come si aderisce? Bisogna indossare gli abiti al contrario, con l’etichetta in vista. Poi ci si fotografa e si condividono le foto attraverso i social media con l’hashtag #whomademyclothes e con i marchi della moda.

L’obiettivo del Fashion Revolution Day è quello di ricordare le vittime del Rana Plaza, ma anche promuovere una maggiore consapevolezza di ciò che c’è dietro i vestiti che indossiamo. Chi li ha realizzati, dove e come, i costi, i salari e le condizioni dei lavoratori, l’impatto della moda in ogni fase del processo produttivo.

mission

L’evento è nato in Gran Bretagna da un’idea di Carry Somers, pioniera del fair trade. In Italia è organizzato, oltre che dalla stilista Marina Spadafora, da Virginia Pignotti, Laura Tagini e Carlotta Grimani. I sostenitori sono Altromercato e Botteghe del Mondo.

Share!

Leave a Reply